Seleziona una pagina

Il mal di schiena dorsale sta ad indicare la presenza di dolore nel tratto di colonna compreso tra D1 e D12, ovvero le dodici vertebre dorsali, quelle centrali della spina. Questo tratto di schiena è il meno colpito da sintomatologie dolorose soprattutto perché le vertebre dorsali, articolandosi con le coste, si muovono molto meno e sono sottoposte a uno stress minore rispetto alle altre. Per questo motivo sentiamo parlare più spesso di cervicalgie o lombalgie che di dorsalgie (=dolore dorsale).

Quali sono i sintomi?

I sintomi possono moltissimi, a seconda del tipo di struttura che si è irritata o lesionata. Può trattarsi di un dolore fisso, un dolore a fascia, un dolore che si irradia, di formicolio o di un bruciore ecc.. Frequentemente si tratta di problematiche muscolari, come i trigger points.

Cosa sono i trigger points?

I trigger points sono delle piccole aree ipersensibili all’interno delle fibre muscolari, che se vengono stimolate meccanicamente (ad esempio con la pressione del dito) producono un dolore che si irradia nei distretti limitrofi. I trigger Point possono verificarsi per una miriade di motivi come dopo aver sollecitato eccessivamente un gruppo muscolare o per motivi posturali, in cui avviene comunque una sollecitazione muscolare anomala però con minore intensità e ripetuta nel tempo.

Nel nostro Centro di Fisioterapia, a volte capita di ricevere delle persone che soffrono di un dolore come un “chiodo che preme” nella parte centrale della schiena, tra le scapole. E spesso questo sintomo si verifica dopo aver giocato a tennis o magari dopo aver eseguito degli sforzi insoliti. Eseguiamo una valutazione iniziale, e se si tratta di una problematica muscolare procediamo in questo modo:

  • Con delle tecniche di terapia manuale miglioriamo la componente strutturale;
  • Con il massaggio integrato alla tecarterapia curiamo l’aspetto muscolare;
  • Con degli esercizi specifici miglioriamo lo schema di movimento e limitiamo l’insorgere di recidive.

Quali sono le cause?

Le cause che possono provocare dolore in questa regione corporea sono molteplici, e spesso non risiedono nemmeno in questo distretto come nel caso delle problematiche cervicali o di spalla. Occorre tener presente anche che non sempre si tratta del sistema muscolo-scheletrico, ma potrebbe trattarsi di un dolore organico irradiato, come nel caso dei reni , o di un motivo neoplasico come succede con il melanoma; per fortuna nella pratica nostra quotidiana la maggior parte delle volte si tratta di problematiche ortopediche.

In che modo si può prevenire?

La causa primaria è il grado di benessere del nostro organismo. Avere un peso corporeo idoneo, una bassa massa grassa, praticare sport costantemente, mangiare sano e riuscire a gestire al meglio i momenti di stress vivendo il più possibile di emozioni positive sono fattori indispensabili per vivere in salute per prevenire condizioni spiacevoli come quella del mal di schiena dorsale. Per i pazienti che hanno sofferto di mal di schiena dorsale, insegniamo alcune strategie per mantenere la schiena i salute, tra cui un protocollo di esercizi specifici per il tratto dorsale.

Anche la postura è una fattore importante , e ho scelto di parlarvene per ultimo perché il più delle volte è subordinata a uno o più fattori di cui vi ho parlato poco fa! Pensate alle persone che sono in ottima forma, o alle persone che sono depresse, hanno delle posture opposte, così come le emozioni di cui vivono! È importante avere una buona postura, e nel nostro Centro di Fisioterapia ti aiutiamo a migliorarla, poiché può aiutarci a avere uno stato emotivo migliore e inoltre aiuta a prevenire la formazione di contratture muscolari!

È stato studiato che quando si ha una postura non corretta, i muscoli della colonna dorsale faticano fino a 5 volte di più per mantenerci in piedi rispetto a chi ha una buona postura!